Stella di Natale: ti raccontiamo tutto sul fiore di Natale

|

A Natale ci sono molti elementi che sono al centro dell’attenzione.

Tra panettoni, abeti e i molteplici elementi decorativi non può mancare la, comunemente chiamata Stella di Natale.

Questa pianta è senza dubbio la più caratteristica nella decorazione natalizia e sono molte le case e i locali che ne sono decorati.

Infatti, la Stella di Natale è uno dei prodotti più venduti nei negozi di fiori e utilizzato per decorare gli spazi durante il periodo natalizio.

Pertanto, la stella di Natale è sicuramente la pianta su cui puntare nel tuo negozio, durante questa campagna natalizia.

In questo articolo ti racconteremo tutte le caratteristiche e le curiosità della poinsettia e ti diamo consigli pratici sulla cura di questa pianta in modo che tu possa aiutare al meglio i tuoi clienti.

Continua a leggere e inizia a scoprire la Stella di Natale: il fiore di dicembre di Blom Market e non dimenticare di scoprire la collezione sul nostro Marketplace.

Italian Trulli
Scopri la collezione

Conosci le origini della Stella di Natale?

La poinsettia ha origine in Messico.

Lo sapevi che in questo paese vengono coltivate più di 150 diverse specie? In Messico, infatti, la poinsettia è l’elemento protagonista della decorazione natalizia e anche gli spazi aperti ne sono decorati.

L’origine della Stella di Natale risale al tempo degli Aztechi, quando questa veniva coltivata ​per le loro proprietà medicinali.

In seguito, iniziò ad essere utilizzata a scopo decorativo grazie ad un frate francescano di Taxco de Alarcón (Messico), in quanto le sue foglie diventano rosse tra dicembre e gennaio.

Questa, però, non venne diffusa fino a quando, nel 18° secolo, l’ambasciatore degli Stati Uniti in Messico (Joel Roberts Poinsett) prese alcuni semi del fiore della poinsettia per coltivarlo anche nel suo paese.

È da allora che questa pianta divenne famosa in tutto il mondo e iniziò ad essere utilizzata soprattutto negli Stati Uniti, in Germania e in Australia.

La poinsettia ha anche un suo giorno dedicato: il 12 dicembre, il Poinsettia Day.

8 caratteristiche sulla Stella di Natale che devi conoscere

La poinsettia ha caratteristiche molto interessanti. Ecco alcune tra le più interessanti:

  • Dipende dal posto in cui ti trovi, questa viene chiamata in modi molto diversi. Ad esempio, in Messico è nota comeNochebuena“.

Negli Stati Uniti, per via del suo ambasciatore in Messico, riceve il nome di “Poinsettia“.

In altre parti del mondo lo chiamiamo “fiore di Natale”, “Stella di Natale”… E, naturalmente, non possiamo dimenticare il suo nome scientifico: Euphorbia pulcherrima.

  • Le sue foglie sono di forma lanceolate o in forma ovato-ellittica e leggermente dentate. Inoltre, contrariamente a quanto molti credono, il colore originario delle sue foglie è il verde.
  • La poinsettia “fiorisce” in inverno. Lo mettiamo tra virgolette, visto che non si tratta di una vera e propria fioritura, ma del cambiamento del colore delle sue foglie, che diventano rosse.

Il fiore in quanto tale è quello che troviamo in mezzo alle foglie rosse: delle minuscole palline.

  • Può trovarsi sia in vaso che nel terreno. Per quanto riguarda il vaso, riempilo con un substrato ricco di sostanze organiche e con un buon drenaggio.
  • I suoi problemi più frequenti sono la caduta delle foglie (dovuta a freddo, correnti d’aria, ecc.), perdita di colore delle foglie per mancanza di luce, foglie appassite che cadono velocemente per eccesso di acqua o foglie giallastre che lasciano visibili i nervi ( questo significa mancanza di ferro).
  • Resiste alle basse temperature fino a -2º C, anche se se provengono da un vivaio sono più delicate e il primo anno possono avere un po’ di difficoltà.
  • Originariamente è una pianta che veniva coltivata come simbolo di purezza per i suoi benefici medicinali.
  • Qual è il significato della poinsettia? Regalare una poinsettia è un’usanza molto radicata, che senza dubbio segna l’inizio delle festività natalizie. E sono molte le persone che regalano questa pianta ad amici o parenti come simbolo di augurio di prosperità a qualcuno. Inoltre, di solito viene anche regalato come regalo aziendale.

Le tipologie e varietà di colori della Stella di Natale

Sebbene la poinsettia, o Stella di Natale, sia meglio conosciuta per il suo caratteristico colore rosso (infatti, molte persone usano il termine “pianta a foglia rossa e verde” per riferirsi a questa pianta), ne esistono più di 150 varietà diverse.

Ciò si traduce in diversi tipi di poinsettia e colori vari.

Dovresti sapere che le varietà si differenziano principalmente per il colore, la crescita e la forma della foglia. Questa può essere più appuntita, frastagliato o rugosa.

Inoltre possono essere di dimensioni “miniaturizzate” fino a misurare più di 1 m di altezza (come se fossero piccoli alberi).

Per quanto riguarda i colori, all’inizio della stagione (verso la fine di ottobre e l’inizio di novembre) troverete molte sfumature nelle serre: le tipiche stelle di Natale rosse, poinsettie gialle, stelle di Natale rosa, nei toni dell’albicocca, nei toni del salmone… Anche marmorizzato

D’altra parte, mentre ci avviciniamo a dicembre, le varietà più insolite come l’arancione o il color salmone non sono così comuni e sono più presenti le Stelle di Natale di colore rosso.

La stella di Natale è una pianta da interno o da esterno? Te lo diciamo subito

Spesso sorge questo dubbio:

“È meglio consigliare ai miei clienti di mettere la Stella di Natale in giardino o in casa?”

“Sto organizzando un evento, dove comunico di mettere le stelle di Natale?”

Non preoccuparti. La buona notizia è che la poinsettia è una pianta che può stare sia all’aperto (vive molto bene in climi caldi senza gelate o gelate deboli) che al chiuso.

Certo, gli sbalzi di temperatura improvvisi non sono l’ideale e per questo motivo ti consigliamo di avvolgere la Stella di Natale nella plastica al momento della vendita ai tuoi clienti. Questo impedirà loro di prendere freddo essendoci una grande differenza di temperatura tra la strada e l’interno della casa.

Ricorda che, se la pianta farà parte dell’arredo di una casa, deve essere tenuta fuori dalla portata di bambini e animali domestici, poiché i suoi composti chimici sono tossici.

Cure imprescindibili della Stella di Natale

I dubbi più frequenti sulla Stella di Natale ruotano attorno alla sua cura.

La poinsettia perde le sue foglie rosse proprio alla fine di Natale (o per tutto gennaio). Pertanto, molte persone credono che la pianta sia morta, ma non è così.

Il messaggio che la tua pianta ti sta mandando è quello di cambiare il suo terreno.

È tempo di trapiantare la poinsettia o rinnovare il terreno. In questo modo ti assicuri che abbia una buona base per sopportare l’inverno.

Inoltre, è necessario che tu conosca certe cure per la poinsettia per poter consigliare meglio i tuoi clienti su come prendersene cura (una domanda che, sicuramente, prima o poi ti faranno). 

Te le sveliamo in seguito!

Di che tipo di luce ha bisogno?

È una pianta che richiede molta luce, soprattutto quando è nel periodo di fioritura tra dicembre e gennaio.

Fai in modo che non sia luce diretta, per evitare di bruciare le foglie.

Se la pianta si trova all’interno è consigliabile posizionarla vicino alle finestre dove entra la luce del sole.

Come far sì che la Stella di Natale diventi rossa?

Molte volte capita di vedere le nostre stelle di Natale con le foglie verdi e iniziamo a pensare che qualcosa non vada. Siamo sicuri che i tuoi clienti te lo abbiano chiesto in qualche momento. Ti aiutiamo noi!

In effetti, la poinsettia ha normalmente delle foglie verdi, le quali diventano rosse grazie al buio.

Quindi, se questa è ancora verde, potrebbe aver ricevuto troppa luce.

Se vuoi una poinsettia con le foglie rossicce per Natale, i passaggi da seguire sono i seguenti:

  • In primavera, trapianta la poinsettia in un vaso più piccolo di quello in cui si trovava.
  • Aggiungi substrato universale, terra e humus in modo che cresca correttamente.
  • Quando viene trapiantato, l’idea è di posizionarla in un luogo con sufficiente luce naturale tra la stagione estiva e quella primaverile.
  • Fino a questo punto, è che la poinsettia abbia le foglie ancora verdi. E cosa ti abbiamo anticipato all’inizio? Che ha bisogno dell’oscurità per far diventare le foglie rosse.

L’ideale sarebbe, a partire da fine settembre, di riporre la pianta per 12-14 ore al giorno in un luogo buio, come ad esempio un armadio.

Se non hai uno spazio simile, puoi scegliere di coprire il tuo fiore di Pasqua con la plastica.

Mantieni questa tecnica per il resto dell’anno fino a Natale. Vedrai che all’arrivo del Natale la tua poinsettia avrà delle foglie molto rosse e belle.

Oltre a questi passaggi, è anche consigliabile potare la poinsettia nel mese di gennaio e lasciare i rami con un’altezza di circa quattro centimetri.

Come innaffiare la Stella di Natale?

La poinsettia deve essere sempre mantenuta umida.

Attenzione: non innaffiarla eccessivamente, perché ha delle radici che possono marcire con l’eccesso di acqua.

Consiglia ai tuoi clienti di innaffiarla nella seguente modalità a seconda stagione:

  • In estate questa pianta non necessita di essere annaffiata molto frequentemente. Una volta alla settimana è sufficiente. Se vivi in ​​una zona molto secca o calda, ti consigliamo di aumentare la frequenza.
  • In inverno la poinsettia necessita di abbondanti annaffiature, soprattutto all’inizio di questa stagione, essendo è nel periodo in cui la pianta è in fioritura. Innaffiala due volte a settimana e assicurati che il substrato si mantenga umido.

Se vuoi avere tutti questi suggerimenti (e altri) raccolti in un unico posto, scarica questa scheda per la cura della stella di Natale che abbiamo creato per aiutarti e aiutare i tuoi clienti a farla sopravvivere anno dopo anno.

Italian Trulli
Scheda di cura

Lascia un commento